Top News

venerdì 13 marzo 2020

Il Coronavirus Non Ferma la WWE, Non Ancora

Il Coronavirus Non Ferma la WWE, Non Ancora
Oggi è stato il giorno in cui si decidevano le sorti di WrestleMania in quel di Tampa, Florida, ma soprattutto è stato il giorno in cui anche in USA hanno preso coscienza (o quasi) degli effetti del coronavirus.

Ecco la lista degli argomenti che andremo a trattare a seguito dell notizie ottenute durante la giornata:
  1. Gli Esiti della Riunione a Tampa
  2. Smackdown a "Porte Chiuse"
  3. Piano di Emergenza per WrestleMania
  4. Il Comunicato sul Potenziale Impatto del COVID-19
  5. Anche la AEW Sposta Dynamite

Gli Esiti della Riunione a Tampa


Dopo l'annuncio della scorsa notte da parte del Presidente Trump di interrompere i voli dall'Europa verso gli USA, era attesa per oggi la riunione devi vertici di Tampa per stabilire cosa fare dei prossimi eventi nella città della Florida. L'esito della riunione è stato affidato al commissario di Hillsborough, Les Miller, che in un comunicato stampa rilascia la seguente dichiarazione:
Right now WrestleMania is out about three weeks," The Hillsborough Commissioner Les Miller said at a press conference this afternoon. "We came to the conclusion that at this point, we don't want to pull that plug. However we wanted to give it at least a week to see what was going to happen, if WWE was going to do anything at all. If they don't, at that point, I will suggest that we do come together for an emergency meeting to discuss what we do at that particular point in time.
Sostanzialmente, la decisione è rimandata di una settimana in attesa di sviluppi, in quanto, con ancora 3 settimane a disposizione, non hanno voluto "staccare la spina" all'evento. Più che altro però, dalla dichiarazione si evince che le autorità si attendessero una presa di responsabilità da parte della WWE che però non c'è stata (Vince McMahon era presente alla riunione). Letteralmente Miller dice: "Abbiamo voluto dare un'altra settimana di tempo per vedere cosa succederà, se la WWE deciderà qualcosa in proposito o meno. In caso contrario, suggerirò una riunione di emergenza per discutere la cosa al momento."

Mentre i maggiori campionati USA si fermano, la WWE, con gravi mancanze di responsabilità e senso civico, decide invece di tirar dritta in barba alla sicurezza dei propri atleti e degli sciocchi fan coinvolti.

Smackdown a "Porte Chiuse"


Intanto però, la WWE finalmente annuncia che Smackdown questa settimana andrà in onda dal Performance Center di Orlando e senza pubblico, nonostante avesse provato fino alla tarda notte di ieri di realizzare lo show come pianificato, in quel di Detroit.

Piano di Emergenza per WrestleMania


Sempre nella giornata di oggi, la WWE ha annunciato un piano di emergenza per WrestleMania 36 nel caso le autorità forzassero lo stop dello show:
While we remain committed to hosting WrestleMania at Raymond James Stadium on Sunday, April 5, we are putting contingency plans in place in the event that it is cancelled by government officials, civil authorities and/or local venues. The health and safety of our fans, performers and employees are our top priorities and we are monitoring the situation closely with our partners and government officials in Tampa Bay.

-

Mentre continuiamo a impegnarci a ospitare WrestleMania al Raymond James Stadium domenica 5 aprile, stiamo mettendo in atto piani di emergenza nel caso in cui venga cancellato da funzionari governativi, autorità civili e / o locali. La salute e la sicurezza dei nostri fan, artisti e impiegati sono le nostre massime priorità e stiamo monitorando attentamente la situazione con i nostri partner e funzionari governativi a Tampa Bay.
Non chiedetmi quali siano i piani di emergenza, perché ovviamente non è stato comunicato né, tantomeno, mi viene in mente un'ipotesi alternativa che non sia rimandare l'evento a questa estate. Fare WrestleMania senza pubblico sarebbe una COLOSSALE perdita di introiti tanto quanto la cancellazione.

Il Comunicato sul Potenziale Impatto del COVID-19


In tarda serata, la WWE ha rilasciato un comunicato su quello che potrebbe essere l'impatto del coronavirus sulla WWE. A prima vista appare solo un comunicato formale, ma appare evidente che si tratti di un mettere le mani avanti verso gli investitori sul devastante impatto economico che le eventuali cancellazioni degli show potrebbero portare. Non ve lo traduco perché è lungo e sostanzialmente non dice niente di interessante:
WWE (NYSE: WWE) today communicated perspective regarding the potential impact of COVID-19 on the Company's financial performance.

WWE has substantial financial resources, both available cash and debt capacity, which currently total more than $0.5 billion, to manage the challenges ahead. The fundamentals of the Company's business remain strong reflecting the passion of WWE's fans and the quality of its content. Management continues to believe the Company is well positioned to take full advantage of the changing media landscape and increasing value of live sports rights over the longer term.

The health and safety of WWE's fans, performers and employees are the Company's top priorities and management is monitoring the situation closely domestically and internationally.

The potential impact of COVID-19, and corresponding changes in the way WWE operates, may adversely impact the Company's business including, but not limited to, its live event ticket sales and the sale of merchandise at those events. It should be noted that the Company may be directed to cancel, postpone or relocate certain upcoming events and the number of these changes is unknown at this time. The Company is currently unable to quantify the potential financial impact of COVID-19, but the financial impact to the Company may be material. Accordingly, the Company is withdrawing its previously announced first quarter and full year 2020 guidance due to the increased uncertainty of the financial impact of COVID-19 to the Company.

Anche la AEW Sposta Dynamite


Nel frattempo, proprio alcuni minuti fa, la AEW ha annunciato lo spostamento di Dynamite del prossimo Mercoledì dall'area di Rochester, NY, a Jacksonville. Anche l'edizione del 25 Marzo è già stata annunciata come spostata, ma per adesso non è stata confermata alcuna località. Al momento non è chiaro se gli show della All Elite Wrestling si terranno senza pubblico o meno.


Si comincia a muovere qualcosa, quindi... Bene ma non benissimo. Negli USA la situazione è ancora MOLTO allo stato embrionale soprattutto attraverso l'informazione, quindi c'è da aspettarsi un notevole stravolgimento degli appuntamenti a partire dai prossimi giorni. Restate "sintonizzati", per quelli che sembrano più bollettini di guerra che non notizie di wrestling.


Nessun commento:

Posta un commento