venerdì 28 febbraio 2020

Goldberg Batte Bray Wyatt, il Review di Super ShowDown

Goldberg Batte Bray Wyatt, il Review di Super ShowDown
Se la Royal Rumble è da considerarsi l'inizio ufficiale della stagione che porta a WrestleMania, WWE Super ShowDown in quel di Ryadh, ne è stato l'inizio effettivo a suon di grandi sorprese. E che sorprese!


Se infatti fino allo scorso anno potevamo definire questi eventi WWE solo dei giganteschi House Show, dobbiamo fortunatamente abituarci a considerarli come veri e propri PPV di un certo peso. E in questo caso il peso è enorme dato che Super ShowDown fa registrare due cambi di titolo e alcune interessanti, grosse novità, in vista di WrestleMania 36.

L'atmosfera non è delle migliori. Lo show è stato spostato alla Mohammed Abdu Arena senza un perché e dalle inquadrature non si riescono a capire ne' le dimensioni ne' la capienza e tantomeno ci annunciano il numero di spettatori. Poco importa, ma il pubblico è freddino o più semplicemente l'arena è dispersiva e il rumoreggiare della folla arriva male nei nostri schermi. Ma veniamo ai match.
  1. The O.C. def. The Viking Raiders in the pre-show match
  2. The Undertaker won the Tuwaiq Trophy Gauntlet Match
  3. The Miz and John Morrison def. The New Day to win the SmackDown Tag Team Championship
  4. Angel Garza def. Humberto Carrillo
  5. Seth Rollins and Murphy def. The Street Profits to retain the Raw Tag Team Championship
  6. Mansoor def. Dolph Ziggler
  7. Brock Lesnar def. Ricochet to retain the WWE Championship
  8. Roman Reigns def. King Corbin in a Steel Cage Match
  9. Bayley def. Naomi to retain the SmackDown Women’s Championship
  10. Goldberg def. “The Fiend” Bray Wyatt to win the WWE Universal Championship
  11. Conclusioni

The O.C. def. The Viking Raiders

Si inizia col pre-show in quello che in teoria dovrebbe essere un must se solo la categoria Tag Team fosse valorizzata a dovere. Invece ci ritroviamo il meglio in apertura e, per di più, quelli che tempo fa avevo definito come "una delle poche cose buone in WWE", i Viking Raiders, perdono. Non dico che questa sconfitta li ridimensioni, di certo neanche mantiene l'hype che si era creato attorno a loro, a maggior ragione per una vittoria del tutto inutile per gli O.C. Il match l'ho visto con un occhio si e uno no perché in altre faccende affaccendato.

Undertaker Wins the Tuwaiq Trophy Gauntlet Match

Di positivo nel match c'è la prestazione di R-Truth che finalmente si toglie di dosso il ruolo comedy e torna a combattere come sa. Perché sì, R-Truth in teoria è uno che sa combattere. Ne esce malissimo Bobby Lashley che dalla discussa storyline con Rusev e Lana ad oggi non ha ottenuto niente di positivo se non il ruolo di eterno marginale, altro che sfidante di Brock Lesnar come vorrebbe lui. Non ne esce meglio Erick Rowan che, dopo la parentesi con Roman Reigns e Daniel Bryan, riprende il suo ruolo di jobberone, anche e soprattutto a seguito delle recenti sconfitte contro Aleister Black nelle ultime due settimane. Quantomeno qui non subisce il pin e possiamo dire di non averlo perso del tutto... Per ora. Buonissimo invece il ruolo di AJ Styles che, nonostante lotti poco, recita la parte da heel nel migliore dei modi schernendo R-Truth prima di sottometterlo facilmente. E poi arriva la prima sorpresa, con Undertaker che prende il posto di Rey Mysterio. Di per se una stupidaggine: entra, chokeslam su Styles, arrivederci e grazie per il trofeo. Ma soprattutto, che c'entra Undertaker nella competizione? La WWE deve smetterla con queste improvvisazioni senza senso. Se sanzioni un match quello è, buttare dentro uno che non c'entra niente e dargli pure la vittoria, è nocivo alla credibilità del wrestling. Ok, ce l'avevano detto in tutte le salse che Undertaker ed AJ Styles si scontreranno a WrestleMania 36, però un intervento a posteriori era preferibile, anche perché Styles avrebbe potuto vendere al meglio la vittoria del "prestigioso" trofeo. Vabbè... Insomma, che Undertaker sarebbe stato a Super ShowDown e a WrestleMania ve l'avevo detto no? Eccovi accontentati. Quanto al match fine a se stesso, davvero poca roba. Esibizioncina in cui solo Truth e Andrade hanno fatto del wrestling, per il resto direi tutto da buttare. Tranne l'entrata di Undertaker ovviamente, che come al solito vale il costo del biglietto.



The Miz and John Morrison def. The New Day to win the SmackDown Tag Team Title

In quello che forse è stato il miglior match della serata, trovo giusta la decisione di dare a Miz e John Morrison il titolo. Assieme lavorano bene (come del resto i New Day) ma bisognava dare spessore al ritorno di Morrison e quindi era necessaria una vittoria al primo tentativo. Match di buon ritmo che forse è mancato un po' nei "near fall", ma il finale è quello giusto con John Morrison che da una sediata a Kofi Kingston e Miz che esegue il pin peraltro utilizzando i pantaloncini. Una vittoria in puro stile heel per una feud che probabilmente continuerà fino a WrestleMania e che speriamo veda i New Day meno giocosi ora che hanno perso.

Angel Garza def. Humberto Carrillo

Match discreto ma niente di più nell'immancabile faida messicana, talmente messicana che il pubblico se l'è praticamente dormita. La situazione non è chiara, vedremo come si metteranno le cose adesso che Andrade è tornato. Quello che è certo è che Carrillo perde sempre, mentre Angel Garza, come direbbe Crozza imitando Calenda, piacicchia. E oltre a piacicchiare sta ricevendo anche un più che discreto push, quindi suppongo Andrade si dovrà guardare le spalle non solo in termini di storyline.

Seth Rollins and Murphy def. The Street Profits

Risultato prevedibile (e ci sarebbe mancato il contrario) per quello che è stato un altro buon tag team match. Come dicevo prima però, fondamentalmente avere Seth Rollins campione di coppia è una forzatura, soprattutto quando fra i discepoli del "Monday Night Messiah" ci sono gli AOP, vero Tag Team. Murphy non ha un ruolo preciso se non quello di prendere i pin quando perdono, ma quantomeno qui si prende la gloria dello schienamento vincente. Montez Ford continua ad impressionare sul piano atletico, Angelo Dawkins mi è sembrato un po' in sovrappeso. Assieme... Non mi piacciono, o meglio, li trovo una fotocopia dei New Day e di imbecillità ce n'è fin troppa, sul ring però ci sanno stare e non è una novità. Rollins e Murphy ottengono la vittoria in maniera sporca, la feud presumibilmente proseguirà e gli Street Profits potranno magari avere occasioni migliori per costruirsi un solido ruolo di sfidanti. La cosa non mi esalta, semplicemente perché vorrei che la visione del Messiah fosse ben più ampia dei titoli di coppia.

Mansoor def. Dolph Ziggler

Eccoci al chissenefrega match della serata, aggiunto neanche 24 ore prima di andare in scena. E sul ring i difetti si sono visti tutti, in primis quel brutto Moonsault di Mansoor che termina con le ginocchia sulle costole di Ziggler. Classico spot per l'ospite di casa che in Arabia Saudita vince da superstar per poi scomparire totalmente una volta tornato negli USA. Dolph Ziggler, uno dei migliori wrestler in circolazione, è ancora una volta usato come vittima sacrificale. Se sta bene a lui... Ah, c'era anche Roode che, tornato dalla squalifica per la violazione del Wellness Program, appare più tirato che mai! Oh, magari si è allenato duramente.

Brock Lesnar def. Ricochet

1'30" di match in classico Brock Lesnar style, questa volta però senza nemmeno la minima offensiva da parte di Ricochet. A me non dispiace la cosa, perché Lesnar deve avere quel tipo di booking, sapientemente costruito negli anni, o perde inevitabilmente fascino. Però almeno due calci al povero Ricochet fateglieli dare per Dio, in alternativa risparmiateci quei promo passati 5 o 6 volte durante la serata in cui ripeteva "Why not me?" ripercorrendo la carriera da perenne underdog. Insomma, Ricochet non ne esce propriamente bene, anzi proprio male, mentre Lesnar ne esce più beast che mai ed è tutto grasso che cola in ottica WrestleMania per il match con Drew McIntyre.

Roman Reigns def. King Corbin in a Steel Cage Match

Autentica, deludente, robaccia. Match lento al limite dell'esasperazione e senza uno spot degno di nota per uno dei gimmick match più affascinanti della WWE. Una decina di minuti dove i due hanno venduto la fatica come fossero stati dentro la gabbia per mezz'ora e più, pochi anche i tentativi di fuga o di scavalcare la gabbia: pessimo. Aggiungete il fatto che la feud fra i 2 ha stancato tutti, anche perché praticamente a senso unico, ne viene fuori la consolazione che la cosa sia finita lì. Corbin meriterebbe molto di più, Roman Reigns meriterebbe un bel turn heel così come avvenne con John Cena per rinfrescare il personaggio ormai superato. Come dite? John Cena non è mai stato girato heel e ha rotto le scatole per 20 anni facendo sempre le stesse cose? Appunto... Stessi errori.

Bayley def. Naomi

Non vi parlerò della situazione donne in Arabia Saudita e di quanto sia penoso vedere due ragazze "intutate" fino al collo, nemmeno dei rapporti fra l'Emirato e la WWE. Sono le 5 di notte, inizio ad essere stanco, quindi passiamo al match. Match che, come tutti quelli di Bayley, non sono male, sfortunatamente però Bayley non riesce a catalizzare alcun interesse attorno a se, ne tantomeno Naomi era una che le potesse dare una mano. L'incontro scivola via fra il disinteresse generale, della pomposità con cui la WWE presenta come storico un match femminile in Arabia Saudita al pubblico presente non frega assolutamente niente. Tutto molto basico, quasi scolastico, niente di minimamente attraente o di cui parlare. La situazione della divisione femminile è quella che è, inutile tornarci su, speriamo solo che da Elimination Chamber esca qualcosa di buono che, per inciso, significa Lacey Evans, l'unica in grado di dare qualcosa con un microfono in mano oltre che sul ring.

Goldberg def. “The Fiend” Bray Wyatt to win the Universal Title

Eccoci qua! Sì dai, digliele a 'sti bastardi, sfoga la tua ira contro la WWE e quel vecchiaccio di Goldberg! Eeeh... E invece no. Cioè, non che la sconfitta di Bray Wyatt mi renda particolarmente felice, ma nemmeno triste o rabbioso, non come accaduto per il match del Fiend contro Seth Rollins. L'alternativa era quella vociferata di Roman Reigns che batte Bray Wyatt a WrestleMania? Meglio Goldberg. Goldberg si è ormai riscattato dal match contro Undertaker a Super ShowDown dello scorso anno e uno con quella forma fisica, malgrado l'età, a me sta bene che vinca anche il titolo. Certo, mi si può tranquillamente obiettare che non è giusto avere uno che si prende la cintura (oltre ad un sacco di soldi) a scapito di quelli che si fanno il mazzo 365 giorni l'anno. Da questo punto di vista avete pienamente ragione, ma non è certo questa, fra le tante, l'ingiustizia che mi scandalizza di più. Forse ci dimentichiamo che Goldberg è Goldberg, uno che si è conquistato il titolo di "leggenda" a suon di vittorie e record, uno che era esattamente quello che è oggi Brock Lesnar, un animale, uno che (con le dovute differenze) rappresenta più o meno quello che è oggi Undertaker. Quindi Goldberg è uno che, una tantum, può sconfiggere chiunque e soprattutto è un campione a breve termine. E proprio questo aspetto è il più importante, perché A) avremo una feud di alto livello e B) Bray Wyatt si riprenderà il titolo a WrestleMania. E dato che coloro che hanno sconfitto Goldberg in tutta la sua carriera si contano sulle dita di una mano, il nostro Fiend potrà annoverare la vittoria contro Goldberg nel personale palmares da mostrare ai posteri. Inoltre, molto bella l'intervista post match (qua sotto), nella quale Goldberg non esalta se stesso ma la strategia. "Ho dovuto colpire più duro che potevo e sorprendere Bray Wyatt mentre aveva ancora le difese abbassate", riconoscendo così la superiorità del Fiend e la sua certa vittoria quando, la prossima volta, non sottovaluterà l'avversario. Capite? Fila tutto. La sconfitta non fa male a Bray Wyatt che, viceversa, perdendo contro Roman Reigns avremmo potuto definire "finito". Ci sta.





Conclusioni:

Pay Per View bruttoccio in tutto e per tutto, che però si rivela appunto un PPV e non uno show che puoi fare a meno di guardare. Il fatto che in pratica siano stati lanciati due match per WrestleMania 36, unito alla clamorosa vittoria di Goldberg, ne fanno uno show del quale poter parlare. Di questi tempi è già un successo.

E voi cosa ne pensate di WWE Super ShowDown? Vi invito a lasciare i commenti qua sotto o sulla nostra pagina facebook a questo link.



7 commenti:

  1. Davvero pensi che a Wrestlemania Bray Wyatt possa sconfiggere Goldberg? Se si allora sarebbe bello ma se invece il match fosse Goldberg vs Roman Reigns per me sarebbe uno sbaglio enorme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Goldberg vs. Reigns sarebbe un suicidio colossale, su quello non ci sono dubbi. I runors pre SSD davano quel match e Cena vs. Bray Wyatt ma dopo quello che è successo non credo sia possibile. Un rematch Wyatt lo deve avere e farlo perdere nuovamente... Sarebbe da pomodori sul ring :)

      Elimina
    2. Si infatti speriamo bene dai. Se fosse come dici tu allora questa Wrestlemania potrebbe essere ancora salvata

      Elimina
    3. Meglio che non commenti ulteriormente. Anzi sì, lo farò nei prossimi giorni...

      Elimina
    4. Non vedo l' ora di leggere i tuoi nuovi commenti allora

      Elimina
    5. Hmmm... Per adesso passo, dopo smackdown di stanotte vado col preview di Elimination Chamber

      Elimina
  2. Si ho appena visto il tuo preview... Beh ci aspettiamo tutti un PPV davvero brutto. Allora ci risentiamo presto con il tuo parere su Goldberg VS Roman Reigns.

    RispondiElimina

   
Blogger Widget