domenica 26 gennaio 2020

Svelati i Segreti Della Royal Rumble

Svelati i Segreti Della Royal Rumble
Oramai a poche ore dalla Royal Rumble, l'ex WWE Rico Costantino "svela" i segreti che stanno dietro al 30-Man Royal Rumble Match.



Benchè ad oggi i segreti nel mondo del wrestling siano veramente pochi, ai fan che ancora non sapessero come viene pianificato il Royal Rumble Match, Rico Costantino spiega come il tutto venga realizzato e racconta la sua esperienza nella Rumble del 2004 dove venne eliminato da Randy Orton.

Rico spiega che inizialmente c'è un meeting con tutta la produzione, dove viene rivelato quello che sarà il vincitore, decisi i 30 entranti, quelli che saranno i protagonisti principali, varie feud interne pre-esistenti o che inizieranno proprio alla Rumble. Questo crea il "background" del match, per poi arrivare ai protagonisti minori ai quali viene rivelato quel poco che c'è da fare, contro chi andare e da chi verranno eliminati.

La produzione poi raduna i 30 wrestler attorno al ring rivelando i relativi ruoli. Nel caso di Rico del 2004, il suo ruolo fu quello di entrare col #16, scambiare qualche colpo e poi essere eliminato da Randy Orton.

"Quindi sai esattamente cosa fare," spiega Rico. "Entri nella rissa, ti assicuri di non aver alcun contatto con chi ti deve eliminare prima di quel momento, resti per il tempo stabilito, tutto deve accadere come pianificato."

Durante il match e i vari spot, Vince McMahon (o chi per lui) è costantemente in contatto con gli arbitri nella "Gorilla Position", i quali ricevono ordini da comunicare ai protagonisti, cosa fare, chi eliminare, in caso questi dimentichino i loro compiti. "D'altra parte," spiega Rico "si tratta sempre di 30 persone e tutto è costantemente in movimento, quindi la gestione è complicata."

"Quindi suona la sirena, è il tuo turno e corri verso il ring. Guardi subito dove si trova colui col quale avrai a che fare (in questo caso Randy Orton) e ti piazzi dalla parte opposta. Personalmente non ricordo nemmeno cosa ho fatto, piazzi qualche colpo a caso assicurandoti di non far danni, poi arriva il momento di confrontarsi con Orton, un paio di cose, boom, boom, boom e vieni eliminato. Ed è tutto, te ne torni nel backstage e finisce lì."

"Sembra semplice ma non lo è quando ti trovi in mezzo a 30 persone. Devi pensare a quello che devi fare tu ma anche a quello che gli altri devono fare prima di te. E qualcosa può sempre andare storto, Orton ad esempio può infortunarsi, essere messo involontariamente KO, ma alla fine tu devi essere eliminato quindi c'è sempre la preoccupazione di ritrovarti coinvolto in qualcosa di non pianificato e bisogna restare lucidi".

Nel caso in cui vada storto qualcosa infatti, i wrestler coinvolti devono continuare la Rumble scambiando colpi "a caso" e aspettare ordini dal backstage che verranno comunicati dagli arbitri.

Niente di nuovo ovviamente, ma mi pareva carino proporre un estratto dell'intervista con Rico Costantino in vista della Royal Rumble di questa notte.

Della Royal Rumble abbiamo parlato negli scorsi giorni con i seguenti articoli:



Nessun commento:

Posta un commento

   
Blogger Widget