mercoledì 15 gennaio 2020

Drew McIntyre Come Favorito Della Royal Rumble?

Drew McIntyre Come Favorito Della Royal Rumble?
Dopo diverse settimane passate a cimentarsi con atleti di secondo piano in una sorta di allenamento, Drew McIntyre sembra pronto a prendere in mano la propria carriera e puntare, finalmente, ai piani alti della WWE.

A fine ottobre, avevamo parlato di come la WWE avesse intenzione di puntare sullo Scottish Psychopath, con un push imminente che lo avrebbe portato ad essere uno dei protagonisti di WrestleMania 36. A ormai 10 giorni dall Royal Rumble, usuale trampolino per lo Showcase of the Immortals, questo push pare essere arrivato.

Durante l'edizione di RAW dello scorso lunedì notte, Drew McIntyre è entrato a gamba tesa nella feud fra Randy Orton ed AJ Styles, confrontandoli con un promo semplice ma efficace in apertura di show, per poi batterli in maniera pulita in un Triple Threat Match per determinare chi fosse il più pronto per affrontare la Rissa Reale. Nonostante l'intervento di Luke Gallows & Karl Anderson, McIntyre esce a mani alzate dalla contesa e si propone come uno dei favoriti per entrare nella lista dei vincitori della Royal Rumble.


Quanto fatto da Drew McIntyre, appare non essere cosa casuale ed è stata da molti sottovalutata e per la maggioranza ignorata. Certo, nel wrestling di oggi è consuetudine non farsi troppe illusioni per quanto visto durante uno show, in quanto spesso abituati a non vedere un seguito già dalla settimana successiva. Entrare e dichiarare di voler dimostrare di essere il migliore però, battendo peraltro due icone del wrestling moderno, è roba riservata solo alle grandi star. Ad oggi, solo un Brock Lesnar può permettersi una cosa del genere, forse il Seth Rollins versione face, quello dei troppi titoli da "Slayer", nessun altro. E invece McIntyre l'ha fatto, quindi occhio perché questa potrebbe essere la volta buona.

Drew McIntyre è quindi pronto a vincere la Royal Rumble e a lanciarsi verso il Main Event di WrestleMania?

Fondamentalmente la risposta sarebbe un sì grosso come una casa. Era il Chosen One ormai più di 10 anni fa, poi lo hanno perso dietro qualche tenda del backstage, si è dovuto reinventare al di fuori della WWE, ha avuto successo in Impact Wrestling, poi di nuovo con la WWE, campione a NXT, per riapprodare infine nel Main Roster, sempre con l'attitudine di quello che è ad un passo dallo sfondare senza però mai riuscirci. Fare una previsione è quindi difficile, però intanto abbiamo assistito a qualcosa di diverso, non solo per l'importante vittoria su Orton ed AJ Styles ma anche per un diverso atteggiamento verso il pubblico. Sebbene questo non sia un passaggio a Face (e speriamo non lo sia mai), McIntyre interagisce per la prima volta coi fan e i fan hanno subito dimostrato empatia. E' chiaramente un cambio di rotta, probabilmente intento a testare il personaggio in procinto del definitivo lancio verso i piani alti.

Da qui a darlo favorito per la Royal Rumble, dove Brock Lesnar si è già iscritto come protagonista e come #1. il passo è lungo. La Rumble purtroppo presuppone che il vincente fili dritto nel Main Event di WrestleMania e WrestleMania è probabilmente cosa ancora troppo grossa per lo Scottish Psychopath. Sia Brock Lesnar che Bray Wyatt (dando per scontato che arrivino ad Aprile da campioni), oggi come oggi abbisognano di avversari dai nomi altisonanti. Malgrado io sia dell'opinione che i grandi campioni si costruiscano solo in seguito a grandi eventi (che non sono necessariamente match), la WWE non è di questo avviso e, più semplicemente, Drew McIntyre non è un grande nome. Ciò non toglie che McIntyre possa dare vita ad un Rumble Match straordinario e con questo meritarsi un posto di assoluto rilievo nella card di WrestleMania. Da lì, il passo verso SummerSlam sarà relativamente breve e a quel punto, forse, il nostro psicopatico scozzese potrà reclamare un titolo che merita.




Nessun commento:

Posta un commento

   
Blogger Widget