mercoledì 20 novembre 2019

Impact Sfiora il Ridicolo con Tessa Blanchard

Impact Sfiora il Ridicolo con Tessa Blanchard
Non bastavano i numerosi, troppi intergender match proposti fino ad ora, Impact vuole strafare e "questa notte" (via tapings) incorona Tessa Blanchard come sfidante all'Impact World Championship.

Congratulazioni... Congratulazioni per la stupidità di una federazione ormai al limite del ridicolo che, alla spasmodica ricerca di un briciolo di attenzione che attualmente è tutta dalla parte di WWE e AEW, mette la parola fine sulla credibilità del wrestling in cambio di qualche (im)probabile titolo su sparuti media internet.

Lo dico chiaro e tondo: far lottare una donna contro un uomo è semplicemente ridicolo. Centinaia di anni di sport reali, oltre alla genetica e alla biologia, ci hanno insegnato che questo tipo di competizione è impossibile e che nessuna lotta per la parità dei sessi (che non c'entra niente) o al sessimo (che c'entra ancora meno) potrà mai cambiare questo fatto. Tanto meno lo potrà cambiare la lotta al politically correct...

E non stiamo parlando di una comparsata una tantum nel quale, essendo comunque uno sport di lotta e quindi un pugno assestato bene fa cadere anche un cinghiale, il sopravvento ci sta. Non stiamo neanche parlando di "super donne" alla Chyna dal fisico mostruso che si può permettere (una tantum per l'appunto) di conquistare il titolo Intercontinentale. Stiamo parlando di Tessa Blanchard, che ha già vinto intergender match e che batte un nerboruto omaccione, brutto e cattivo quale è l'ex campione Brian Cage, in un match che ha visto Cage cercare di "vendere" l'invendibile. E stiamo parlando di una Tessa Blanchard che, magari, vincerà anche il titolo.

Ecco, per favore, fermiamoci qua. Buttiamola in storyline e diciamo che, quello che è indiscutibilmente il miglior talento femminile di Impact, ha provato la missione impossibile ma alla fine ha fallito. W il coraggio, W le donne, crederci sempre, mollare mai e via di retorica per qualche settimana. Poi, e forse sarebbe meglio, mandiamo Tessa a lottare contro Taya Valkyrie in un match che, quello sì, potrebbe davvero attrarre qualcuno in più dei 2000 (duemila) spettatori su Twitch.

Se Impact voleva mandare un lecito messaggio a favore delle donne, ha scelto il messaggio sbagliato e l'ha scelto CONTRO il wrestling e CONTRO la già difficile credibilità di uno sport in difficoltà da questo punto di vista.




Nessun commento:

Posta un commento

   
Blogger Widget