lunedì 18 novembre 2019

Corey Graves Propone Idee (Malsane) per Survivor Series

Corey Graves Propone Idee (Malsane) per Survivor Series
Siamo a una decina di giorni da Survivor Series, pay-per-view ricco di storia e il secondo, in termini di longevità, dopo WrestleMania. Quello che però un tempo era secondo anche come importanza, oggi rimane uno dei Big 4 solo di nome e spesso viene snobbato dai fan.

Da qualche anno, nel tentativo di riportare interesse attorno a Survivor Series, la WWE ha deciso di inserire una lotta inter-brand, dove si decide una sorta supremazia di RAW o Smackdown e, da quest'anno, pure NXT. Il problema del concetto è abbastanza ovvio. Sebbene in fase di costruzione della card gli show offrano spunti interessanti, la superiorità del brand rimane fine a se stessa e non interessa a nessuno, a maggior ragione quando tutto viene riportato alla normalità al termine del PPV. Per quale motivo io dovrei tifare per Smackdown piuttosto che per RAW o NXT? E' come se in famiglia dovessi tifare per un fratello piuttosto che per l'altro durante un torneo di briscola Natalizio... Che mi frega se alla fine comunque il panettone viene portato a casa mia?

Corey Graves ha affrontato il problema durante "After The Bell", di seguito le sue parole:

Mi piace Survivor Series ma spesso mi guardo indietro quando i match erano basati puramente sulla rivalità. Mi sembra che questa lotta fra Brand non interessi nessuno fuori dalle porte della WWE e quindi, perché non proporre una specie di premio per il Brand che vince più Match a Survivor Series? Ad esempio potrebbero ottenere l'entrata #30 durante la Royal Rumble maschile e femminile, o il Main Event di WrestleMania. Insomma, ci vuole qualcosa di tangibile, una posta in palio, non solo il vanto.

Personalmente spero che le parole di Graves non vengano minimamente prese in considerazione per non aggiungere stupidità ad ulteriore stupidità.

Caso 1) Sapresti con 2 mesi e mezzo di anticipo il #30 della Rumble e toglieresti quel poco di credibile rimasto al più affascinante pay-per-view di casa WWE.

Caso 2) Peggio ancora, sapresti con ulteriori 2 mesi e mezzo di anticipo il Main Event e il probabile vincitore di WrestleMania, già adesso martoriata nell'interesse proprio dal fatto che il Main Event è deciso col vincente della Rumble a Febbraio e che per mesi sappiamo non succederà nulla di rilevante.

In più, sia in un caso che nell'altro, quando ci sono piani a lunga scadenza succede inevitabilmente che le storyline spariscano e che gli show diventino inguardabili.

Quindi no, caro Graves, il wrestling NON è uno sport e premi e ricompense assegnati a tavolino risultano essere la cosa più stupida in questo mondo. Affidiamoci piuttosto alle care, vecchie storyline e facciamo in modo che si ritrovi un po' della credibilità persa. Da quanto tempo il titolo non cambia mano dal momento in cui il vincitore della Royal Rumble decide chi affrontare? Da sempre. Ecco, prima di proporre il Main Event di WrestleMania come premio, sarebbe più opportuno trovare il coraggio di cambiare il campione prima dello Showcase of Immortals e lasciare i fan nella massima incertezza e con il massimo interesse nel guardare gli show settimanali.




Nessun commento:

Posta un commento

   
Blogger Widget