sabato 26 ottobre 2019

Dynamite non Decolla, Stupidaggini Targate AEW

Dynamite non Decolla, Stupidaggini Targate AEW
Parto dai ratings di questa settimana per fare il punto sulla AEW ad ormai 4 settimane dal debutto di Dynamite. E non sarò buono...



Dynamite ha fatto registrare 963.000 spettatori, scendendo per la prima volta sotto al milione e confermando il trend di netto calo dopo il mirabolante debutto della Season Premiere, con ben 1.409.000 spettatori.

Malgrado i numeri siano comunque discreti (ne siamo sicuri?), perdere circa 450.000 spettatori in nemmeno un mese dev'essere abbastanza deludente. E li ho definiti discreti ma alzi la mano chi davvero crede che in AEW non pensassero di rivaleggiare con i big show della WWE fin da subito invece che con NXT. Io stesso ho più volte ripetuto che avrei scelto di guardare Dynamite perché più show, inteso come spettacolo a tutto tondo, rispetto ad un NXT che, fino al debutto su USA Network, offriva wrestling di ottimo livello e ben poco spettacolo.

La realtà è che non è così e Dynamite non ha niente a che vedere con uno show-spettacolo ma punta anch'esso a fornire solo wrestling, ignorando praticamente del tutto lo "storytelling". Devo ripetere per l'ennesima volta che il wrestling senza spettacolo e senza una storia dietro, è una stupidaggine?

Dynamite è quindi una sorta di NXT, soltanto un po' più... Colorata. Ma se a NXT i match un senso lo hanno, in AEW tutto sembra molto più affidato al caso, con la parte entertainment esclusivamente affidata a Chris Jericho, vero e unico mattatore di Dynamite, che sembra l'unico capace di tenere un microfono in mano. E a tal proposito, iniziano ad arrivare le prime critiche...

Inizia Vince Russo che, repentinamente dichiara: "We need a product that appeals to the masses, not the mark", aggiungendo che, in 3 mesi, la AEW guardando ai ratings sarà costretta a cambiare il proprio prodotto. Chiaro il riferimento a quanto appena detto, ovvero che non puoi aspettarti di sfondare con uno show rivolto esclusivamente allo "sfegatato" che poi su Twitter va ad elogiare qualsiasi cosa della AEW e magari aggiunge un "WWE merda", ignorando totalmente quella massa che, nel corso degli anni, ha abbandonato il wrestling proprio per mancanza di storyline decenti.

A Russo ha risposto Cody Rhodes in puro stile McMahon, dichiarando che sia loro che la Warner Media sono contenti dei numeri e che "tutto va ben, Madama la Marchesa". I numeri, impietosi, però son lì a dire che proprio tutto tutto bene non va.

La seconda critica settimanale arriva da Kevin Nash che prende in esame il segmento fra Chris Jericho e Cody Rhodes, terminato poi col "rissone", puntando il dito sulla palese mancanza di realismo (Jericho col biglietto per accedere all'arena ma con un microfono in mano e Cody che non interviene per tagliare l'audio) e aggiungendo che, se dichiari di non essere la WWE, non dovresti nemmeno commettere gli stessi errori.

Durante quel segmento ero su Twitter a leggere i commenti e, vi giuro, mi sono messo a ridere come un matto leggendo i tweet entusiastici dei suddetti mark ai quali faceva riferimento Russo. Perché diciamoci la verità, se quel segmento fosse stato fatto in WWE, oggi saremmo stati qui a parlare di una puttanata colossale, stufi della solita roba, trita, ritrita e fatta pure male. Ma dato che siamo in AEW... GOLD! Ma anche no.

Insomma, lo show procede ma in 4 settimane non s'è vista l'ombra di un segmento backstage. Intanto i match vengono annunciati con settimane di anticipo e, appunto, con buona pace per le storyline e, cosa ancor peggiore, quella che dovrebbe essere la parte migliore viene riservata al post show o tagliata dalla pubblicità. Il post rissa è infatti andato in onda in split screen, con un Jericho ad inveire da una parte e il "come risparmiare il 15% sull'assicurazione auto grazie a Geico" dall'altra. E passi, in fin dei conti probabilmente Jericho stava elargendo "solo insulti". Ma cosa dire del post show?

Per la cronaca, a telecamere spente, PAC ha attaccato Jon Moxley e Kenny Omega è intervenuto in soccorso. In seguito Moxley e Omega hanno un faccia e PAC, che nel frattempo stava uscendo, viene messo in fuga attraverso il pubblico da Adam Page. Direte voi, classico segmento post show come ce ne sono tanti. No, in primis perché in AEW di questi segmenti ancora non se ne sono visti ma soprattutto perché il segmento non era ancora finito. Page prende il microfono, scambia 2 paroline con PAC ancora in fuga e annuncia il loro match per Full Gear!

Cioè, capito? Miglior segmento della serata e annuncio di un match di rilievo per il PPV, proposto durante un segmento post show. Qui o ci sono o ci fanno, nemmeno la WWE avrebbe commesso una stupidaggine simile. Però, magari, chissà... Forse ai mark della AEW la cosa piace. Io però, dopo 4 settimane, mercoledì torno a guardarmi NXT. O forse l'NBA...

Di seguito il segmento di cui parlavo, ditemi voi se questo non meritava le telecamere.




2 commenti:

  1. Lungi difendere la AEW e i suoi fan Mark , visto che lo show è tutto fuorchè spettacolare ma dire che la AEW non decolla è come dire " E allora il PD "?
    Degli Smart della WWE che hanno affossato la federazione di Vince con i Ratings ,facendo puntare la dirigenza su personaggi che non hanno alcun chiaro attire , Ne vogliamo parlare ? Spinti a gran voce al titolo e poi fischiati dopo il trash visto a HIAC ( Rollins ) . O di wrestler che hanno puntualmente fallito ma a cui continua a essere data una occasione ( Wyatt con la mascherina è lo stesso che sul ring non fa un match oltre il 6 da eoni , esclusa la Chamber 2017 e che cadrà nello "sticazzi" per l'ennesima volta entro qualche mese ) . Per non parlare di feticismi come Zayn e Owens che mi dispiace non sono nemmeno a livello di un Ambrose ( ed è tutto dire ) , con il primo che campa ancora su quanto fatto a NXT e il secondo che ha collezionato un terrificante regno da Campione Universale e un totale fallimento da Face nel Main Roster . Questi sarebbero meglio di Reigns ? Ma quando mai . Sono meglio in ring , ma peccano in altre cose , extra . E soprattutto non catturano i fan che seguono i programmi TV

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E mica posso parlare di tutto, tutte le volte, oggi era il turno della AEW. Della WWE, di Bray Wyatt e roba varia mi sembra di averne già discusso abbondantemente.

      Elimina

   
Blogger Widget