domenica 14 luglio 2019

Nuovo Arresto per Jeff Hardy, Talento e Sregolatezza

Ogni lottatore ha il suo talento. C'è chi è bravo nelle mosse aeree con caratteristiche tipiche di un flyer o di un luchador messicano, c'è chi invece è estremamente tecnico come chi proviene dalla scuola canadese o europea.

Poi ci sono altri talenti, quelli che non sono lodevoli.. anzi! C'è chi è stato fermato più volte dal Wellness Program a causa di un uso di medicinali proibiti, c'è chi è bravo a creare problemi all'interno del backstage o della compagnia e poi c'è chi ha problemi spesso con la legge a causa di droghe e alcool.

Ecco, Jeff Hardy è il lottatore che rappresenta il perfetto connubio tra le due tipologie di talenti.

Stanotte è stato arrestato per l'ennesima volta a causa di ubriachezza molesta e danneggiamento.

Il lottatore proveniente dalla Carolina del Sud non è nuovo a questo tipo di arresti. Già in passato era successo che avesse problemi con la legge: nel 2008 non venne fatto salire su un aereo a Nashville perché completamente drogato e subì il primo arresto. Nel 2009 invece venne arrestato per possesso di steroidi anabolizzanti e medicine vendibili solo dopo prescrizione medica; nel 2018 invece venne arrestato per guida in stato di ebbrezza.

Il caso più eclatante però della carriera di Jeff Hardy è sicuramente il match tra lui e Sting (allora TNA World Heavyweight Champion) disputatosi nel main event di Victory Road 2011.

Jeff si apprestava a dover lottare contro uno dei suoi idoli, dirà in un'intervista nel Podcast di Colt Cabana, ma si presentò sul ring totalmente drogato. In quel momento Sting prese la decisione più giusta, eseguendo la sua Scorpion Death Drop e successivamente schienandolo mantenendo il titolo.
Quello è definito da Jeff Hardy il momento più basso della sua carriera e allo stesso momento un "Turning Point" perché ringrazia Sting per aver concluso velocemente quella disputa e per avergli aperto quegli occhi che però, al momento a quanto pare, sono tornati socchiusi.

Qui potete trovare l'intervista nel Podcast di Cabana.





1 commento:

  1. Io avrei concluso dicendo che Jeff Hardy è un cretino patentato, ma siccome vende magliette, allora gli si perdona tutto e la WWE si limita a dire: "Jeff Hardy è responsabile delle proprie azioni".

    RispondiElimina

   
Blogger Widget