sabato 13 luglio 2019

Perché Undertaker e Roman Reigns ad Extreme Rules?

The Undertaker e Roman Reigns faranno coppia in quel di Extreme Rules, ma la domanda è perché?!

Non sono mai stato un fan di Roman, probabilmente non lo sarò mai, ma stimo la volontà e determinazione mostrata negli anni, in particolare la lotta da lui effettuata e vinta contro quella maledetta leucemia. Una persona che dal lato umano è sicuramente superiore a quella sul ring, anche se in passato ho avuto personalmente un episodio non molto entusiasmante condiviso proprio con "The Big Dog" in persona.

Mettendo per un attimo da parte queste considerazioni che sono del tutto personali, per quale motivo l'ex WWE Universal Champion dovrebbe far coppia con l'uomo che ha quasi ritirato ben due anni fa?
The Undertaker spiega che il suo intervento in favore del mastino della giustizia si è verificato solo per far capire a Shane McMahon che non ha più il suo rispetto a causa delle sue gesta dittatoriali degli ultimi mesi.
Ci può stare in fin dei conti, anche se però questo atteggiamento del becchino, che si è verificato anche in passato, ma con ben altre motivazioni a spingerlo a quei gesti, sembra più un comportamento da Vigilante, più un qualcosa che è solito fare ad un altra leggenda del suo calibro, probabilmente l'unico paragonabile davvero a Taker, sto parlando di Sting.

Ebbene si, Sting, la stessa persona e leggenda che oltre ad essere il mio idolo assoluto di questo business è colui che la WWE non ha mai riconosciuto seriamente (almeno on screen) per quello che è ed è stato.
Un personaggio che ha fatto la storia, che però Vince e soci hanno scelto di far sconfiggere al primo match contro Triple H in un angle becero, indecente e chi più ne ha più ne metta, ma non è questo il punto. Il vero succo del discorso è che Sting in WWE significa realizzare la possibilità di vedere l'incontro sognato per anni e definito come match del secolo, quel Sting vs The Undertaker che tutti vogliamo, ma che il vecchio Vince sembra non voler portare in scena.

Eppure il movimento social della compagnia sembra ammettere il contrario e nelle ultime settimane lo Stinger e il Phenom sono stati accostati diverse volte alla possibilità di vederli in un one on one per la prima volta nella storia della WWE (in verità si sono affrontati già due volte in WCW quando Sting era ancora in versione surfer e Taker non era ancora il famoso becchino).
E se quindi questo feud contro Shane rappresenti un trampolino di lancio per arrivare a quel match?

Per SummerSlam si vocifera un Casket match tra The Undertaker e Drew McIntyre. Bene, lo "Scottish Psycopath" non potrà uscirne sconfitto, bensì forte per raggiungere il titolo universale nel prossimo futuro e allora quale miglior momento se non quel match per vedere Sting arrivare sullo stage e trascinarsi Taker dentro quella bara così da avviare una rivalità che si preannuncia epica?
Già ho in mente lo scenario nel minimo dettaglio, ma voglio evitare di scrivervi parola per parola quello che corrisponderebbe solo ed esclusivamente a un altro sogno, perché in fin dei conti, almeno per il momento, non si tratterebbe altro che di fanta wrestling.

Perché questo tag team match quindi? Semplicemente per arrivare ad un piano più grande, anche se di mezzo c'è della buona incoerenza da parte del becchino, cosa mai verificatasi nella sua carriera data la volontà del Phenom di vendicarsi nei confronti di coloro che lo hanno sconfitto.
Evidentemente tutto ciò è un chiaro segnale di come la WWE abbia realmente umanizzato Taker e di fatti dalla fine della streak è proprio così.


Nessun commento:

Posta un commento

   
Blogger Widget