giovedì 30 maggio 2019

La WWE prenderà provvedimenti contro Brock Lensnar - E noi ridiamo

La WWE prenderà provvedimenti contro Brock Lensnar - E noi ridiamo
Udite udite, la WWE, tramite una seriosa Stephanie McMahon, ha appena annunciato che prenderà provvedimenti contro Brock Lesnar e Paul Heyman per aver mancato di rispetto al "Money in the Bank contract", in quella che possiamo definire tranquillamente l'ennesima stupidaggine di casa Stamford. Di seguito annuncio e video in questione:


La WWE condanna l'atteggiamento di Brock Lesnar e Paul Heyman durante la scorsa edizione di Monday Night RAW. Brock Lesnar è salito sul ring con la valigetta promettendo di annunciare chi avrebbe affrontato; e non l'ha fatto. Entrambi hanno mancato di rispetto a quello che il 'Money In the Bank contract' rappresenta, e hanno mancato di rispetto ad entrambi gli attuali campioni WWE e Universal. Entrambi hanno mancato di rispetto all'intera WWE.

A nome di tutta l'organizzazione e a nome di tutti i fan, discuterò ufficialmente la situazione con l'intera famiglia McMahon e con il nostro team esecutivo e saranno presi dei provvedimenti.

Dio mio... Ma davvero? Jon Moxley scuote il mondo del wrestling accusando la WWE di insulse burocrazie varie e totale mancanza di creatività e questi rispondono (non che sia una risposta all'intervista) dando conferma alle sue parole con un'idiozia del genere?

E che cosa mai avrebbe fatto Brock Lesnar per mancare di rispetto ai due campioni e all'intero WWE Universe? Salire sul ring e prendere per il culo Seth Rollins e Kofi Kingston in maniera del tutto lecita e pure divertente? Casomai è il contrario... Perché sia Rollins che Kingston pretendono che Lesnar vada all'incasso non approfittando di un vantaggio del quale decine di wrestler hanno usufruito? Perché in WWE non sanno come riempire 10 minuti di un segment? E ancora: parlare di rispetto e di quello che rappresenta il 'Money In the Bank contract' è la cosa più assurda da sentire, essendo questo un 'titolo' che va contro a qualsiasi regola di correttezza e sportività. Da un decennio, chiunque abbia avuto fra le mani quella valigetta, ha aspettato il momento più opportuno per "incassare", infischiandosene appunto di dichiarare contro chi e quando lo avrebbe fatto.

Ma il bello di tutta questa storia sapete alla fin fine qual è? E' che Brock Lesnar lunedi scorso, in quel segmento "del tutto irrispettoso", si è presentato con la maglietta "Brock Party", ovviamente e rigorosamente in vendita sul WWE Shop. Un po' di coerenza no? E forse qui stanno tutti i mali della WWE: troppe entrare da troppe parti, troppe cose su cui concentrare la promozione, troppi account social, troppo merchandise, tutte cose che rendono a dismisura e che tengono la WWE sempre col bilancio in attivo. Ahimè, la TV è quella che rende meno e probabilmente anche quella su cui si investe meno... e si vede.

Se la WWE voleva dare una dimostrazione di incapacità ed incompentenza, c'è riuscita in maniera esemplare. Il problema è che questa non è una dimostrazione, è l'ennesimo tirare a campare col nulla a disposizione, come un pugile suonato che farfuglia parole invece di esprimere concetti.

Uno scopo almeno l'hanno ottenuto: il web si sta riversando sui social a deridere il video e leggere i commenti all'annuncio su Twitter o YouTube, è a dir poco spassoso. Siamo veramente alla frutta... Vi lascio al video:

Nessun commento:

Posta un commento

   
Blogger Widget