mercoledì 15 maggio 2019

La New Japan Pro Wrestling ringrazia Chris Jericho

Dopo il notevole aumento di abbonati al servizio streaming NJPW World da quando Y2J è tornato nella compagnia, l'annuncio del match tra il canadese e Kazuchika Okada, ha fatto registrare un rapido sold out per il loro prossimo show, NJPW Dominion 2019.
Scopriamo insieme i motivi per cui la federazione nipponica deve ringraziare doverosamente 'The Alpha' Chris Jericho”

Settimane fa, durante il PPV Wrestling Dontaku, Chris Jericho ha annunciato il suo prossimo match in NJPW. La leggenda canadese affronterà Kazuchika Okada in quel di Dominion in uno scontro valido per l'IWGP World Heavyweight Championship detenuto da quest'ultimo.

Per molti questa notizia può essere presa come “normale prassi”, ma non è così. Jericho si conferma ancora una volta come un volto fondamentale per il pro wrestling e il recente periodo lo ha dimostrato anche ai più scettici (ce ne sono sempre) o a coloro che non si sono mai affacciati ad un prodotto diverso dalla famosa WWE.

Faccio subito chiarezza... nell'ottobre del 2017 Jericho annunciò il suo ritorno nella New Japan Pro Wrestling rendendo noto che il 4 gennaio 2018, nello show più importante dell'anno della compagnia, Wrestle Kingdom, avrebbe affrontato Kenny Omega per l'IWGP United States Championship.
Jericho perse quel match e subito dopo avviò un feud lungo un anno intero contro Tetsuya Naito
che gli permise di vincere l'IWGP Intercontinental Championship a Dominion 2018. Chris diede vita a due ottimi match contro il leader dei Los Ingobernables de Japon e proprio nel loro ultimo scontro, perse la cintura incassando comunque gli applausi del grande pubblico.
Un ulteriore segno che anche a 40 anni suonati e con un fisico non più invidiabile, sia riuscito a trasmettere quello che molti altri suoi colleghi non riescono a mettere in pratica neanche alla metà dei suoi anni.

Tutto questo fece uno scalpore tremendo considerando che “The Best in the World” aveva concluso da poco (in riferimento al 2017 ndr) la sua run in WWE (dove vinse il titolo degli Stati Uniti poi perso contro Kevin Owens in quel di WrestleMania 33) ed era nel pieno del suo tour con i Fozzy freschi del nuovo album “Judas” dal quale verrà estratto il singolo omonimo (per la cronaca uno dei migliori di sempre della band).

Ebbene, il ritorno di Jericho fece registrare il record di presenze in quel di WK e riportato interesse nei confronti del pubblico americano che in passato ha più volte snobbato l'arte e la qualità del wrestling nipponico.
Nell'ultimo biennio i dati del NJPW World (il servizio streaming della compagnia) sono raddoppiati, mentre gli show principali sono andati tutti sold out in tempi rapidissimi, come appunto i casi di WK, Dominion, le finali del G1 Climax.
Proprio riguardo Dominion 2019, è bastato l'annuncio del match tra Okada e “The Ayatollah of Rock 'n Rolla” per creare il tutto esaurito in meno di tre ore.

Oggi, con l'avvento della AEW e del gruppo The Elite, si pensa sempre a dare meriti e concetti rivoluzionari solo a loro per la nascita di questa nuova federazione e per quello che hanno fatto durante la loro permanenza in ROH e NJPW.
In pochi però sono consapevoli che se uno show della NJPW come il G1 Supercard tenutosi al Madison Square Garden di New York City ha registrato record su record e fatto accorgere il popolo americano della New Japan, è anche grazie ad un fenomeno chiamato Chris F'N Jericho (che preciso, non era allo show) che ha incentrato su di se i riflettori dei mass media e ideato un nuovo personaggio (più dark e aggressivo), segni che facciano capire come sia, da sempre, uno dei migliori in questo business.

Gli americani si sono finalmente accorti di quanta qualità ci sia altrove e se hanno notato nuovamente la New Japan Pro Wrestling (che quest'anno, dopo due show speciali fatti nel 2017 e 2018, terrà una parte del G1 Climax a luglio in quel di Dallas, TX)... beh, quest'ultima dovrà dire grazie proprio a Chris.

Quel grazie che per ora gli deve anche la All Elite Wrestling; una federazione nata lo scorso gennaio e che ben presto debutterà su TNT (segno di un ritorno ai vecchi tempi dato che la WCW fu trasmessa sul medesimo canale) e che vedrà nel proprio roster non solo il gruppo The ELITE, ma anche quel “The Alpha” che continua ad essere capace di scrivere e riscrivere la storia ancora oggi nonostante una carriera trentennale.

Nessun commento:

Posta un commento

   
Blogger Widget