venerdì 31 maggio 2019

AEW Double Or Nothing fa Registrare Numeri Impressionanti

AEW Double Or Nothing fa Registrare Numeri Impressionanti
Double Or Nothing, primo pay-per-view della AEW, andato in onda sabato scorso, 25 Maggio, ha fatto registrare numeri inaspettati. Secondo Wrestling Observer Newsletter, gli acquisti per il PPV, sia televisivi che attraverso le piattaforme streaming, sono stai 98.000 con una suddivisione del 50% fra entrambe le piattaforme.


Per fare una prima comparazione, nel 2018 l'evento "All In" fece registrare 55.000 acquisti.

L'Observer fa notare che 2/3 degli acquisti sono stati fatti negli Stati Uniti. Seconda per acquisti l'Inghilterra (U.K.), seguita da Australia, Germania e Canada. Con l'acquisto dei "replay", Double Or Nothing dovrebbe facilmente sorpassare il miglior pay-per-view della ECW (che si attestò a 99.000 acquisti), divenendo così il pay-per-view più venduto nella storia del pro wrestling che non sia stato prodotto dalla WWE o dalla wCw. L'observer fa inoltre notare che Double Or Nothing ha praticamente doppiato i numeri di quanto mai fatto dalla TNA/Impact Wrestling in 16 anni.

Quanto all'interesse suscitato online da Double Or Nothing, il termine AEW è stato il più ricercato attraverso Google durante la notte di sabato 25 Maggio, raggiungendo le 220.000 ricerche, secondi solo ai Toronto Raptors che quella stessa sera giocavano gara 6 delle semifinali NBA contro i Milwaukee Bucks.

All In, gli show New Japan Tokyo Dome e quelli di ROH/NJPW al Madison Square Garden, non sono mai entrati nella lista dei Top 20. NXT ci è riuscita solo una volta, con 50.000 ricerche, col recente NXT "Takeover: New York".

L'interesse di sabato notte per Double or Nothing, ha battuto del 12% lo show della UFC e di ben 35% quello di Money In The Bank targato WWE. Se parliamo di interesse nel giorno seguente, la AEW ha quadruplicato quello per Money In The Bank e sestuplicato quello per UFC 237.

Non c'è che dire, numeri davvero inaspettati e impressionanti per chi, almeno fino ad ora, ha potuto sfruttare solamente i vari siti di wrestling e i social media. Pensate che 100.000 acquisti sono più o meno la metà degli acquisti di un pay-per-view medio targato WWE (prima della nascita del WWE Network). Sicuramente ancora lontani dagli oltre 1 milione delle varie WrestleMania, vere macchine da incassi di Stamford ma, considerando quanto già detto, il prodotto del tutto nuovo, l'ambigua scelta del sabato sera e, soprattutto, la marea di siti streaming illegali disseminati per il web, Cody Rhodes e compagnia non possono essere meno che estasiati. E pure noi.

Nessun commento:

Posta un commento

   
Blogger Widget